Trekking con Guida Ambientale Escursionistica

Il sentiero degli Dei

IL SENTIERO DEGLI DEI
AL TRAMONTO

Il Sentiero degli dei è uno degli itinerari più famosi d'Italia e nel mondo. Questa volta, lo proporremo al tramonto, in una veste unica ed entusiasmante, al contatto con i colori rosei dei tramonti costieri.
Il percorso partirà da Bomerano , frazione di Agerola (NA), nei pressi di Piazza Paolo Capasso, al fianco della chiesa di San Matteo. Da Piazza Paolo Capasso, scenderemo lungo via sentiero degli dei, per raggiungere la grotta del biscotto ed iniziare cosi il nostro itinerario ufficialmente.
La passeggiata tra sali e scendi, ci condurrà al Colle serra dove effettueremo la deviazione verso il "sentiero alto" per poi discendere lungo la variante bassa dello stesso itinerario, camminando al fianco della climbing area di Positano, affacciati su uno dei panorami più affascinanti della nostra regione. Il rientro sarà effettuato lungo il tratto esposto che conduce al bivio per San Domenico e alla fontana del bivio per Praiano. Al bivio indicato, ritorneremo dalla stessa strada.

IL SENTIERO DEI LIMONI

Il Sentiero dei limoni è una semplice ma affascinante passeggiata che unisce Maiori a Minori, lungo l'antica via che un tempo (come oggi) era meta dei passaggi di contadini e muli, per il trasporto dell'oro giallo della Costiera Amalfitana.
Saliremo lungo le gradinate che ci porteranno a splendidi belvederi sul mare e coroneremo tutto con una splendida visita all'Az. Agricola di Giovanni Ruocco dove degusteremo Limonata, Marmellata e Insalata di limone, oltre ad un'interessantissima visita all'interno degli stessi limoneti.
Successivamente scenderemo a Minori dove ci fermeremo per fare un bagno o per assaggiare una splendida delizia al limone nelle pasticcerie del posto.

Note: sono presenti fonti d'acqua lungo il percorso

Il sentiero dei limoni
Valle delle Ferriere

VALLE DELLE FERRIERE
(circuito di Amalfi)

Un'insolita valle delle Ferriere con un circuito che da Amalfi, risalendo verso Pontone, ridiscenderà nuovamente in città.
Avremo l'opportunità di visitare la splendida città marinara, le antiche cartiere e ferriere, il fiume e le cascatelle che contornano la valle e il borgo placido di Pontone.
Da Amalfi risaliremo la scalinata che conduce fino alla località di Pontone, antico borgo medievale che attraverseremo. E da lì ci immergeremo ed entreremo nella valle del fiume canneto, meglio conoscoiuta come Valle delle Ferriere.

Equipaggiamento consigliato: zaino, bastoncini e scarpe da Trekking, impermabile, abbigliamento a strati per qualsiasi tempertura e condizione meteo e quanto necessario per una giornata in collina.

IL SENTIERO DEI BORGHI VIETRESI AL TRAMONTO

Il fiume Bonea separa orograficamente I Monti Lattari e la Costiera Amalfitana dalla Valle Metelliana e le Colline Salernitane.
Vietri sul Mare è la porta di un Paradiso lungo 40 km.
Risalendo i Gradoni dalla Marina si risalgono tutti i borghi vietresi con la vista che si apre sempre più sul Golfo di Salerno.
Si attraversa così la magica Raito, la Bomboniera Albori prima richiudere un circuito unico e speciale.

Note: abbigliamento a strati per affrontare al meglio la salita e le varie temperature. Zaino con acqua, snack, barrette e tutto ciò che può risultare utile per una tranquilla passeggiata in collina

Borghi vietresi al tramonto
Sentiero del Principe al tramonto

IL SENTIERO DEL PRINCIPE
AL TRAMONTO

Il Sentiero del Principe è il nostro "cavallo di battaglia", il sentiero con il quale ci siamo identificati al pubblico e con il quale intendiamo dare una visione escursionistica della città di Salerno.
Partendo dal Duomo, dalla cattedrale di San Matteo, l'itinerario sale dolcemente verso i gradoni di Montevergine e sui primi panorami dall'alto della città, prima di addentrarsi nella pineta del castello Arechi e giungere finalmente sul Castello.
Dal Castello, una breve visita e poi si prosegue verso il bosco di lecci che conduce alla Bastiglia e successivamente alla strada asfaltata Salerno - Croce di Cava.
Dalla località Croce di Cava, una discesa nei pressi dell'agriturismo Villa Lupara ci farà immergere nei boschi di castagno che inglobano il piccolo sentiero che giunge ai piedi della montagna di San Liberatore. Dallo scollinamento, una discesa verso Salerno, affacciata su scenari mozzafiato verso il mare, porterà il gruppo alla "Cornice del Principe" e successivamente in località Canalone dove riprenderemo la strada verso il Duomo.

LA TRAVERSATA VERSO I BORGHI

Un itinerario dal grande fascino naturalistico e sportivo, un percorso che unisce il Sentiero del Principe e il Sentiero dei borghi vietresi, attraversando località ancora non attraversate dai nostri trekking.
Partiremo dal Duomo di Salerno per recarci verso località canalone e risalire verso la Cornice del Principe. Dalla cornice del principe i nostri passi ci condurranno in frazione Valle dove inizierà la nostra discesa nella valle che tra macchia mediterranea , in un percorso arbustivo ci condurrà fino alla loclaità Molina di Vietri.
Dalla Molina, un itinerario in salita, dopo aver costeggiato il corso del fiume Bonea, porterà l'escursione lungo un verde cammino che giungerà a Dragonea, dove ci attenderà una salita aslfaltata (ma nei campi) verso l'abitato.
Da qui, inizierà la discesa tramite via Iaconti che dopo i famosi gradoni che giungono alla cappella di Santa Margherita, con una deviazione netta e panoramicissima, ci porterà nei pressi delle vigne di Raito.
Dalle vigne, circuito all'interno del borgo con discesa a via Madonna dell'Arco e a marina.
Il percorso a questo punto, procede in direzione Vietri sul Mare con un itinerario all'interno dei vicoli che farà da preludio alla vista del Duomo e successivamente della strada amalfitana.
Rientro sul ciottolato delle Ceramiche Solimene fino alla chiesa di Santa Maria degli Angeli e rientro a Salerno.

camminando verso la divina
Cala bianca. Bagno al tramonto.

CALA BIANCA
BAGNO AL TRAMONTO

Da Marina di Camerota porto, dove parcheggeremo le nostere auto, ci dirigeremo in direzione della spiaggia di Lentiscelle dalla quale, partirà un itinerario immerso nella macchia mediterranea.
Attraversando una stradina ricca di Mirto e Lentisco, scollineremo sul Monte di Luna, per poi discendere verso la spiaggia del Pozzallo, dove sosteremo per una breve pausa all'omonimo ristoro.
Dal ristoro, un breve itinerario ci condurrà nei pressi di un pianoro argilloso che sarà da preludio alla discesa verso Cala Bianca, spiaggia votata nel 2013 come "più bella d'Italia".
A Cala Bianca, sosteremo per un bagno rigenerante nelle acque cristalline e per attendere il tramonto.
Dopo il tramonto, rientreremo lentamnete al Pozzallo, dove una barca verrà a recuperarci per effettuare uno splendido ritorno al porto di Marina di Camerota.

GOLE DEL CALORE
FELITTO

Dai piedi del Monte Cervati nascono le acque del Fiume Calore che con un percorso sinuoso giungono fino all'incontro con il Sele le cui acque nascono dai Picentini... Sono i Nostri territori, che si incontrano attraverso i propri corsi d'Acqua.

Nel tratto fra Magliano e Felitto, Il Calore, da vita a delle gole uniche che Risaliremo attraverso un sentiero fatto di sali scendi dove la fitta vegetazione lascia talvolta spazio a viste mozzafiato fra le rocce calcaree ed i giochi d'acqua fra salti e Cascate.
Arriveremo al Ponte di Magliano Nuovo e dopo una sosta fresca e rigenerante torneremo indietro dal lato interno alla Località di Remolino di Felitto che è anche la località di partenza.
Chiudendo così un circuito ad anello di circa 8,5 km. Qui dopo l'Escursione potrà essere possibile bagnarsi nelle fresche acque del fiume.

gole del Calore e Felitto